L’ensemble


pizzicar galante

Recentemente nominato all’edizione 2017 degli International Classical Music Awards (ICMA) per il suo primo CD pubblicato da Brilliant Classics, Pizzicar Galante è un ensemble barocco fondato a Parigi nel 2012 da Anna Schivazappa (mandolini barocchi) e Fabio Antonio Falcone (clavicembalo). L’obiettivo dell’ensemble è la diffusione e la valorizzazione del repertorio originale per mandolino e basso continuo (XVIII secolo), eseguito su strumenti originali o copie dell’epoca. Secondo le esigenze dei programmi, Pizzicar Galante si esibisce in formazione a geometria variabile a partire dal duo (mandolino e cembalo) fino a quattro elementi, con la collaborazione di Ronald Martin Alonso (viola da gamba) e Daniel de Morais (tiorba).
L’amore per la ricerca e la promozione del repertorio storico per mandolino e basso continuo secondo i canoni dell’interpretazione “storicamente ispirata” costituisce il punto di partenza e di arrivo del lavoro dei membri di Pizzicar Galante, che hanno al loro attivo una formazione presso i più prestigiosi conservatori e università d’Europa (Haute École de Musique de Genève, Conservatorium van Amsterdam, Université Paris-Sorbonne, Conservatoire de Paris…). L’ensemble è regolarmente invitato a suonare nei più importanti festival, in Francia e all’estero (Festival baroque de Sézanne, Festival Frisson Baroque, Thé Baroque di Parigi, Concerti di San Torpete a Genova, Festival Sinfonia en Périgord, Festival baroque du Pays du Mont Blanc, Festival Midis Minimes, Costa Rica Music Festival…).
Con l’intento di far riscoprire al pubblico opere ingiustamente dimenticate, Pizzicar Galante ha scelto di dedicare il suo primo progetto discografico alla registrazione in prima mondiale dell’integrale delle sonate per mandolino e basso continuo di Roberto Valentini, pubblicata in Agosto 2016. Il CD ha già riscosso grandi apprezzamenti da parte della critica specializzata ed è stato recentemente trasmesso da importanti emittenti internazionali come RAI Radio 3, la Radio nazionale spagnola e l’inglese BBC.