I musicisti


anna schivazappa

Anna Schivazappa

mandolino lombardo e napoletano

Considerata una specialista dei mandolini storici, Anna Schivazappa si innamora giovanissima della sonorità dolce, ma al tempo stesso brillante del mandolino, che studia ai corsi di musica antica di Urbino e al Conservatorio di Padova, dove si diploma brillantemente sotto la guida di Ugo Orlandi. Premiata in diversi concorsi, si esibisce regolarmente come solista e camerista in Europa e all’estero (Italia, Francia, Germania, Australia e America centrale). Nel 2012, fonda con il clavicembalista Fabio Antonio Falcone l’ensemble Pizzicar Galante, con l’obiettivo di diffondere e valorizzare il repertorio originale per mandolino e basso continuo (XVIII secolo), eseguito su strumenti originali o copie dell’epoca. Oltre alla sua attività di concertista, si interessa alla ricerca musicologica: titolare di un Master d’interpretazione della musica barocca presso la Sorbonne di Parigi, dal 2016 è dottoranda borsista presso la medesima università. È inoltre musicista-ricercatrice associata presso la Bibliothèque nationale de France, con un progetto dedicato alle sonate di Domenico Scarlatti.

 

 

anna fontana

Anna Fontana

clavicembalo

Dopo essersi diplomata in pianoforte, nel 1994 si diploma in clavicembalo con il massimo dei voti e la lode; in seguito consegue il Certificaat of Advanced Study presso il Koninklijk Conservatorium di l’Aia (Olanda).Nel 1999 conclude il corso quadriennale di clavicembalo, musica da camera e basso continuo presso la Schola Cantorum Basiliensis (Svizzera) sotto la guida di Jesper B. Christensen. Ha ottenuto premi in Concorsi Nazionale e Internazionali di clavicembalo e musica da camera. Svolge intensa attività concertistica in Italia e in tutta Europa come solista, in gruppi da camera e in formazioni orchestrali (Accademia Montis Regalis, Ensemble Aurora, Cappella della Pietà dei Turchini, Ensemble Zefiro, Ensemble Mare Nostrum, Ensemble Cantar Lontano), partecipando ai più importanti festival internazionali di musica antica e producendosi in diverse tournée in Canada e America Latina. E’ cembalista dell’Ensemble Gli Incogniti di Amandine Beyer con il quale ha effettuato registrazioni discografiche per la casa ZigZag Territories, che hanno ottenuto importanti premi e riconoscimenti dalla critica discografica. Ha inciso per le più importanti reti radiofoniche europee e per le case discografiche Opus 111, Capriccio, Glossa, La Bottega Discantica, Agorà, Naxos, Arion, Zig Zag Territoire, Hyperion, Sony ; per la casa discografica Alpha ha pubblicato i concerti per tre e quattro clavicembali di J.S.Bach con l’Ensemble Café Zimmermann. Attualmente si dedica ad approfondire la prassi esecutiva sull’ organo e sui pianoforti storici, con particolare riguardo al repertorio pianistico a quattro mani, in duo con Attilio Cremonesi.

 

 

Ronald Martin Alonso

Ronald Martin Alonso – viola da gamba

Diplomato in chitarra classica e contrabbasso a L’Avana, Ronald Martin Alonso si accosta alla musica antica grazie all’ensemble Ars Longa. Si specializza in seguito in viola da gamba nei conservatori di Strasburgo e Parigi e partecipa a delle masterclass con Jordi Savall, Christophe Coin e Marianne Müller. Collabora regolarmente con numerosi ensembles (Sagittarius, Les Paladins, Il Festino, Capella Mediterranea, Fuoco e Cenere, Les Traversées Baroques, Desmarest, Stravaganza…) e si esibisce nei più importanti festival in Europa, America latina, in medio oriente e negli Stati Uniti. Nel 2015, registra il suo primo CD da solista dedicato al compositore Marin Marais e incide regolarmente per le etichette K617, Ricercare, Musica Ficta, Ambronay Productions, Aparté, Muso, Paraty e Hortus. Dal 2010, Ronald Martin Alonso è artista in residenza presso il Priorato di Saint Michel l’Observatoire, ed è direttore artistico dell’ensemble Vedado Musica.

 

 

Daniel De Morais

Daniel De Morais – tiorba

Nato in Brasile, Daniel de Morais inizia giovanissimo gli studi musicali, intraprendendo una brillante carriera come chitarrista classico. Fortemente interessato allo studio del repertorio barocco, inizia successivamente lo studio degli strumenti della famiglia del liuto, e si esibisce nei più importanti festivals di musica antica in Brasile, sotto la direzione di Nicolau de Figueiredo. Daniel de Morais conduce attualmente una carriera in Europa, perfezionandosi al contempo presso la Haute École de Musique de Genève. Nel 2015 si diploma in liuto con il massimo dei voti sotto la guida di Jonathan Rubin e frequenta attualmente un Master di Musica Medievale con Francis Biggi. Collabora regolarmente con numerosi ensemble e si esibisce sotto la direzione di direttori come Leonardo Muzzi, Gabriel Garrido, Serge Saita, Lorenzo Alpert, Blaise Plumettaz e Alfonso Fedi. Daniel de Morais è cofondatore dell’ensemble Mnemusik, specializzato nell’interpretazione della musica del XVII° secolo.